L’EGO E IL POTERE

Il potere corrode chi  ce l’ha? LA RISPOSTA è NO. Vediamo esempi di uso del potere, come Gheddafi in Libia o qualche altro in Costa D’Avorio o altri ducetti simili.

Le caratteristiche sono le medesime: non vogliono mollare la loro fettona di torta, anzi no la torta.

La fetta di torta la danno a noi da spartire fra tutti.

Ora non crediate che gli altri siano diversi da quei signori, come coloro che monopolizzano il mercato, i soldi,  la vita degli altri.

La domanda è: faranno solo i loro interessi o magari qualche interesse nostro verrà preso in considerazione? Pensate che vorranno cambiare le cose per l’interesse generale? mah! temo di conoscere la risposta.

Ora proviamo ad immaginare che cosa li rende diversi da noi, la nascita? la famiglia? l’educazione? niente di tutto questo;  è la possibilita di fare a se stesso e agli altri quello che vogliono e di stare al di sopra di tutti , di avere privilegi e  di non essere puniti dei loro  misfatti. 

E questo li rende pericolosi e li rende diversi dagli altri.

Si differenziano, e poi ci sono io e te, e poi noi e voi.

Il potere in mano a questi tipi porteranno solo guerra  terrore, miseria, disperazione o proteste e soppressione delle libertà.

La storia ci ha insegnato che persone come queste ai vari livelli sono il cancro della società.

Sono predatori. Vogliono tutto per loro. esiste la parola io e poi ancora io.

Il punto è che il potere non è una cosa che si ha per diritto di nascita o per successione, ma che si guadagna con la proprie abilità, facendo cose per gli altri, per la società, per il benessere di tutti ed anche per sè stessi.

Quindi se dobbiamo sceglierci un capo sciegliamolo con questa caratteristiche.  Che abbia una personalità chiara e che dai suoi comportamenti non ci lasci confusi. Che sia di provata capacità e competenza tale da non sfioratrci il dubbio o perlomeno che si avvicini a questi requisiti.

Altrimenti dimostriamo ancora una volta che non abbiamo capito niente, ed allora ci meritiamo quel che abbiamo.

Coraggio!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’EGO E IL POTERE

  1. Pier Paolo ha detto:

    Purtroppo anche di fronte alle più lampanti evidenze, vedi Berlusconi e le sue leggi ad personam, la maggioranza delle persone si lascia traviare dalle apparenze e continua a fare i medesimi errori!
    L’unica soluzione, a mio avviso, non è tanto saper delegare il potere in mani più o meno sicure quanto invece dare la giusta priorità alle cose che contano veramente……solo in questo modo si consentirà, a chi ambisce unicamente al potere “materiale”, di non avere alcuna reale presa su di noi.
    DIPENDERE dalla volontà del prossimo è il primo errore da evitare!

  2. Vincenzo M. ha detto:

    Salve Pasqual, sono un suo lettore accanito, non nel senso che mi faccio le canne ma aficionado. Leggendo la parte introduttiva del suo articolo, lesto nella mia mente si è insinuato il titolo di un libro scritto da un primordiale politico della Repubblica Italiana che si intitolava “Il potere logora chi non ce l’ha”. Continuando a leggere, le confesso che mi ha preso davvero per la gola con la metafora della torta. Sarà forse che mi piacciono i dolci ma pensare anche per un attimo alla “fettona di torta” mi ha provocato una piacevole acquolina. Mi permetta di essere completamente d’accordo con lei e anzi mi permetta di esprimere quello che penso ci sia alla base di un tale fenomeno: L’avidità. Non trovo una parola migliore. Pensando ad essa come ad un principio di base naturale credo possiamo sovvenire che l’avidità è giusta, l’avidità funziona, l’avidità chiarifica, penetra e cattura l’essenza dello spirito evolutivo. L’avidità in tutte le sue forme: l’avidità di vita, di amore, di sapere, di denaro, ha impostato lo slancio in avanti di tutta l’umanità. E l’avidità che salverà il pianeta Terra ed anche l’altra disfunzionante società che ha nome Umanità.
    Spero di poterla leggere presto in un nuovo articolo e complimenti per il post che favorisce la riflessione.
    Con simpatia,
    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...